Alte temperature: maggioranza come neve al sole

0
783
sala consiliare casarano

Nella giornata di ieri si è tenuto il consiglio comunale con all’ordine del giorno, tra gli altri, l’Assestamento di Bilancio e la Tariffazione Tari.

La crisi di questa maggioranza si è palesata in tutto il suo imbarazzo; come nel consiglio comunale sul bilancio di previsione anche in questo, alcuni componenti della maggioranza si sono astenuti.

Dopo neanche due mesi dal bilancio previsionale siamo stati costretti ad assistere a notevoli variazioni di spesa, riguardanti soprattutto i contenziosi in essere, tagliando drasticamente fondi per il personale. Eppure due mesi fa presentammo un emendamento per rimpinguare il fondo per i contenziosi poiché insufficiente dal nostro punto di vista; l’emendamento fu bocciato ma a distanza di poche settimane si è costretti a racimolare fondi per sopperire ai debiti fuori bilancio, dando quindi ragione ai nostri dubbi.

Eclatante la reazione ad una nostra chiara richiesta di approfondire una variazione di +118.580,54 € che ha fatto calare il gelo/umido in aula.

Nessuno è stato in grado di spiegarci il motivo di questo “debito imprevisto”.

Abbiamo evidenziato la gravità del fatto e chiesto spiegazioni sul pesante debito che né l’assessore Scarangella, né il responsabile del settore ambiente, arch. Carrozzo sono stati in grado di dare.

L’unica spiegazione al momento ottenuta è che tale importo è stato già coattivamente prelevato dal conto corrente del comune a seguito di procedura esecutiva instaurata dal creditore del comune (“Progetto Ambiente”).

Ora, ci chiediamo:

1) Perchè né il sindaco né nessuno dei componenti della giunta ha spiegazioni in merito?

2) il credito maturato è frutto di un contenzioso portato avanti volontariamente dal comune, oppure sui tratta di una sciatteria vergognosa di qualche procedura caduta nel dimenticatoio?

3) a che periodo risale questa richiesta?

4) a quanto ammontano credito iniziale ed interessi?

Ieri, nel totale imbarazzo di parte della maggioranza, queste sono le domande che abbiamo posto e che non hanno avuto alcuna risposta.

L’opposizione, nella sua interezza, rappresenta quasi la metà della città, le risposte vanno date con estrema urgenza ai nostri concittadini i quali hanno il diritto di conoscere perchè quasi 120 mila euro (che potevano essere utilizzati per migliorare la nostra città) sono andati persi.

I consiglieri di opposizione

Umberto Totaro

Antonella Barlabà

Marco Mastroleo

Attilio DeMarco

Massimo D’Aquino

Fedele Coluccia

VIAComunicato Stampa
FONTEConsiglieri di minoranza
Articolo precedenteTutto pronto per il concerto di Francesco Renga
Articolo successivoL’amministrazione comunale dà il via ai campi estivi
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.