Amministrazione: “Stavamo lavorando da tempo al regolamento sui murales e sul dog park. Polemiche inutili”

0
139

Nei giorni scorsi la Giunta Comunale ha dato il via a diverse attività per celebrare la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Quest’anno abbiamo deciso di dedicare particolare attenzione alle donne afgane, vittime di atroci violenze, dedicando loro un murales, concepito e realizzato insieme ai ragazzi di Fat Cap, per condannare ogni forma di violenza contro tutte le donne del mondo. L’immagine sarà proiettata sino a fine mese anche sulla facciata del Palazzo Municipale. Dispiace e mortifica che su un tema di tale sensibilità e importanza vi siano strumentalizzazioni politiche o peggio ancora tentativi di screditare chicchessia al solo scopo di attirare attenzione mediatica, sminuendo il significato dell’iniziativa. L’idea del murales, così come l’approvazione del regolamento “Street Art”giá approvato in Commissione Affari Istituzionali e all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale, è partita già da tempo dall’Amministrazione Comunale. Una volta approvato il regolamento, ogni associazione potrà presentare istanza e chiedere autorizzazione agli uffici per realizzare nuovi murales. Allo stesso modo, non si comprendono le polemiche a proposito della decisione di realizzare un “Dog Park” al Parco d’Oriente. Tale iniziativa era in cantiere già nella precedente Amministrazione, allorquando decidemmo di destinare un’area allo sgambettamento degli amici a 4 zampe e l’acquisto dei cestini, progetto che purtroppo fu bloccato dall’incombere dell’emergenza Covid e della relativa gestione sanitaria, sociale ed economica. Il “Dog Park” una volta realizzato ed attrezzato, verrà affidato per la sua gestione attraverso un bando pubblico. La delibera approvata rappresenta il primo atto di indirizzo con il quale si chiede all’ufficio di porre in essere tutte le azioni necessarie alla realizzazione. Nessuna mancanza di trasparenza: ogni progetto richiede un iter, delle regole e dei tempi da rispettare. Chiariamo inoltre che non vi è alcuna difficoltà da parte dell’Amministrazione di accogliere, patrocinare e supportare le manifestazioni organizzate dalle associazioni, men che meno di riconoscerne la paternità, come accaduto in occasione di “Occhio nei vicoli”, poiché crediamo che le iniziative a favore della comunità non nuocciono a nessuno. Le polemiche e questo modo di sminuire l’altrui lavoro da parte di una sparuta minoranza, ci fanno pensare che probabilmente la direzione intrapresa sia quella giusta, e che stiamo onorando la fiducia che i nostri concittadini ci hanno affidato. Rimaniamo aperti al dialogo e alla collaborazione con tutti coloro che con spirito costruttivo vogliano contribuire alla crescita della nostra città.

Il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri di maggioranza.

VIAFacebook
FONTEL'Amministrazione Comunale
Articolo precedenteIl “Meucci” ancora una volta al primo posto. La Robotica tra eccellenza e inclusione
Articolo successivoLiliana Segre è cittadina onoraria di Casarano dal luglio 2020, ma nessuno l’ha mai avvisata
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.