Ancora una volta, niente luna park. La diversa visione dell’Amministrazione e dei giostrai

0
592
giostre e fiere individuata un'area ad hoc nei pressi della provinciale per Matino

Ilmessaggio del sindaco Ottavio De Nuzzo
“Con il Corteo recatosi dal Palazzo Municipale al Monumento ai Caduti e successivamente in Piazza San Giovanni, si sono aperti i festeggiamenti civili e religiosi in onore del nostro santo patrono, San Giovanni Elemosiniere. Un appuntamento che la nostra comunità attende con emozione e devozione ormai da due anni. Colgo l’occasione per ringraziare il Comitato Feste Patronali, le attività commerciali e tutti gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione della festa, e tutti coloro che si sono adoperati per l’organizzazione e la pianificazione di tutti gli aspetti ad essa legati. L’unico rammarico è che, malgrado gli sforzi dell’Amministrazione e degli uffici interessati, il luna park (le tanto attese giostre) non sarà presente durante la nostra festa per una esplicita decisione dei giostrai. Si è cercato in ogni modo di venire incontro alle richieste degli stessi, e al contempo di rispettare le norme di sicurezza e incolumità pubblica, prevedendo con Delibera di Giunta diverse aree del centro urbano (Piazza Alberto D’Aversa, Piazza San Domenico, Via San Domenico, Parcheggio pubblico di via Sesia, Via A. Lupo.) Ciò non è stato sufficiente a raccogliere il consenso unanime dei giostrai. L’Amministrazione Comunale e gli uffici sono a lavoro per intercettare risorse al fine di poter dotare la nostra città di un’area eventi, dedita agli spettacoli viaggianti e non solo. Nel frattempo, non possiamo rinunciare a garantire la sicurezza delle famiglie, di bambini e di adolescenti. Buona festa!”.

La replica di una rappresentate delle imprese dello spettacolo, Loredana Pisanallo, è affidata alla pagina Facebook Casarano Oggi:

“Nessuno di noi boicotta Casarano, purtroppo le problematiche di spazio sussistono e non si riesce a trovare soluzione. Altra cosa importante, non essendoci spazio sufficiente per tutti i richiedenti storici (ci sono famiglie di giostrai che sono presenti a Casarano da più di 50 anni) nessuno di noi dirà mai ad un collega “tu puoi montare e tu no”. Sarebbe un compito spettante all’Amministrazione, andando a verificare l’anzianità di frequenza dei richiedenti. Invece l’Amministrazione ha ritenuto sufficiente dire: “questi sono gli spazi disponibili, vedetevela tra voi chi monta e chi no”. A parer mio questo denota un chiaro disinteresse a voler trovare una soluzione da parte dell’Amministrazione. Oltretutto, indire una riunione solo una settimana prima dell’evento sapendo bene quali sono i problemi da provare a risolvere mi fa sorgere il dubbio che non ci sia alcun interesse ad avere il luna park a Casarano. Pazienza, sopravvivremo anche senza la festa di Casarano”.

Articolo precedente“San Giovanni Piccinnu”, la festa per bambini targata Casarano Bene Comune
Articolo successivoFesta patronale: i chiarimenti del comitato
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.