Ma non dovevamo uscirne migliori?

0
Caro Alberto,son giorni che ci penso, che provo a raffazzonare qualche pensiero e qualche parola per decidermi a scrivertene un paio. Non che abbia...

Buon Avvento a tutti…

0
Caro Alberto, Come stai? È da un po’che non ci si sente… Mi manca scriverti, mi manca scavare sotto la corteccia del mio cervello...

E’ Pasqua anche per quel che manca

0
Caro Alberto, Lo sai che è Pasqua? Lo sai che è festa? Gesù è risorto, il male, il peccato, il dolore, la sofferenza … tutto...

Meglio un’incertezza sincera, invece di una certezza falsa

0
Caro Alberto, Prima, seconda, terza ondata. Zona gialla, rossa o arancione, bianca o addirittura arancione scuro. Didattica in presenza o a distanza. Vaccino si, vaccino...

Una preghiera al posto di blocco

0
Carissimo, ti racconto un fatto. Domenica sera, in piena zona rossa e coi re Magi ancora in cammino, mi appresto, con tanto di autocertificazione, a...

Presepe vivente, seconda ondata

0
Carissimo, ti scrivo ancora, fra un'ondata e l'altra, per chiederti banalmente: "come stai?" Io sto bene, anche se mi piacerebbe saperlo dire e cantare...

Il mistero della libertà

0
Caro Alberto,qualche giorno fa, quando mi trovavo ancora nel pieno della vendemmia, ascoltando distrattamente la radio attraverso l'auricolare, mi è sembrato di sentire nominare...

Buone vacanze, dove vai per ferragosto?

0
Caro Alberto, quando mi capita di dover uscire dal mio nido per svolgere le normali mansioni a cui un normale imprenditore dovrebbe essere abituato, sento...

All’ombra dei meli

0
In un caldo pomeriggio estivo, recuperato il tablet, mi siedo sopra una catasta di pali dietro al capannone, dove una sottile ombra ed una...

Un lustro indelebile

0
Caro Alberto, è trascorso più di un lustro da quando Eugenio è passato a miglior vita e ancora i ricordi sgambettano e saltellano dentro i...

L'autore

Classe 1965 vive da sempre in Romagna e il suo legame con Casarano è dovuto all'amicizia col caro Eugenio. Contadino, marito, padre, nonno, fratello, figlio e amico, ama la vita e chi gliel'ha donata. Qualcuno una volta valorizzò un suo scritto e lui ne rimase meravigliato. Da allora prova a scattare qualche foto qua e là, usando le parole al posto dei pixel. Il suo desiderio non è tanto quello di mostrare il bello, il buono e il vero che ci circonda, ma piuttosto di incuriosire, provocare e stimolare il cuore, la mente e la libertà di chi legge.