Il campeggio è biodiverso

0
Ci sono luoghi in cui si respira serenità, la giusta dimensione del tempo; lí la natura prevale, le cicale e i grilli si accordano...

Biodiversi: siamo tutti vivi di cambiamento

0
Biodiversi-cosa? Per intenderci, dal popolare «il mondo è bello perché è vario» al becero «purché respiri», dal purismo del «io mangio solo bio» all’inflazionato...

Lingua e linguaggio, un sistema di segni non di gesti

0
La lingua non è il linguaggio. ha una sua grammatica, le sue regole e si adatta ai vari registri comunicativi. È un gioco di resilienza...

Meno male che ci sono Bing e Flop

0
Bing è un coniglietto tutto nero e Flop è il suo tutore. Se la moglie del macellaio ha l'anemia, il fratello del calzolaio ha le...

Biodiversa maternità

0
Atto creativo, volontà di potenza, apoteosi della biodiversità...la maternità! Adottiamo uno degli interrogativi intramontabili della filosofia ma risolviamolo subito: l'uovo o la gallina… Chi nasce...

La felicità è a tratti non a punti

0
Il fatto di essere biodoversi non ci nega la possibilità di avere missioni in comune: la ricerca della felicità è una di queste. La ricerca...

Esser partigiani per amore

0
Fare e rimanere nella storia sembrano imprese da eroi, da persone con vite all'estremo, teste geniali e corpi come macchine, il cui rapporto sforzo-resa...

L'Autore

Appassionata di lingua dei segni, danze popolari, storie di Resistenza, innumerevoli e incoerenti teorie e pratiche, vive a Seclì con un atipico approccio ai luoghi, «nessuno mi appartiene ma tanto ovunque è casa». Da 34 anni frequenta la scuola, il mondo nel mondo, giocando clandestinamente d'anticipo all'inizio; perdendosi nella Filosofia ad un certo punto; facendo della precarietà la sua bandiera prima, del Sostegno la sua mission poi. Oggi, insegnante-assistente alla comunicazione ancora alla ricerca del filo rosso della propria esistenza esperienziale. Pensiero emergente? Lo «svantaggio» è solo un punto di vista, invertendo il senso di marcia la coda passa in testa.
X