D’Aquino: “È assurdo: ad oggi ancora non abbiamo un governo cittadino”

0
501
Massimo D'Aquino
Massimo D'Aquino

Ormai è il momento di parlare, ero in attesa di dire il mio pensiero politico, sulla formazione del governo cittadino, visto che ancora non c’è stata la proclamazione degli eletti, quindi i tempi tecnici sono ancora utili, mi stavo riservando di commentare, ma poi il mondo intero e nel panico, la nostra nazione è sul piede di guerra sociale e sanitaria, ma! nella mia città che cosa succede? Una continua guerra sulla spartizione del potere politico che ritarda la stessa formazione dell’organo supremo che è la giunta comunale che serve per governare la nostra città, ma soprattutto serve per programmare, aiutare, difendere e interfacciarsi con le altre istituzioni per aiutare tutti noi. Da oggi nuove restrizioni per tutti, in particolare per le partite Iva che sono il cuore pulsante della nostra economia che danno ricchezza non solo economica ma anche culturale. Oggi nessuno di noi può fare affidamento al governo cittadino per che non esiste, nessuno può farsi forza sapendo che accanto c’è un’amministrazione vicina è attenta per che non esiste, la regione Puglia prima della proclamazione degli eletti aveva già nominato alcuni assessori che servivano subito per affrontare la pandemia ed altro. Prendiamo esempio da chi non essendo legato solo al potere politico, sa che deve amministrare un territorio senza far passare in secondo piano la missione che i cittadini danno a noi politici GOVERNARE.

Massimo D’Aquino – Consigliere Comunale Liber@città