De Nuzzo: “Nessun consiglio monotematico sul Ferrari. Non servirebbe. Bisogna usare altri metodi”

0
2345
Ottavio De Nuzzo
Ottavio De Nuzzo

Nei giorni scorsi è pervenuta all’attenzione del Sindaco, degli Assessori e dei Consiglieri Comunali, una richiesta di Consiglio Comunale monotematico sull’Ospedale F. Ferrari.
Ho avviato una profonda discussione con i componenti della Giunta e con i Consiglieri comunali di maggioranza sull’opportunità e sull’utilità di convocare il Consiglio comunale. Per amore di verità, è bene ricordare che, dal 2012 sino ad oggi innumerevoli sono state le iniziative che l’Amministrazione Comunale di Casarano ha organizzato a difesa del Ferrari, invitando le istituzioni sanitarie, amministrative e politiche regionali, provinciali e locali. Negli ultimi 10 anni ci sono state centinaia di occasioni in cui gli esponenti politici di ogni colore, persino appartenenti alla maggioranza e alla giunta regionale, hanno partecipato a Consigli comunali monotematici, Consigli comunali congiunti con altri 15 paesi del comprensorio, tavoli tecnici, tavole rotonde, incontri a Bari, Lecce e Casarano, marce pacifiche, proteste pacifiche, sino all’occupazione del reparto di Chirurgia Pediatrica del Comitato civico Pro Ospedale Ferrari. Nostro malgrado, e ad esclusivo danno dei cittadini di tutto il comprensorio, queste iniziative si sono rivelate fini a se stesse, non vincolanti per gli organi decisori che di fatto hanno disatteso e continuano a disattendere il sacrosanto diritto alla salute dei cittadini di un territorio vastissimo. Il Ferrari infatti, dal 2012 ad oggi si è visto scippare di reparti funzionali rilevantissimi che hanno fatto la storia della sanità della Provincia e della Regione: il Punto Nascita, Pediatria, Ostetricia e Ginecologia, Chirurgia Pediatrica, UTIC, e il Centro Trasfusionale. Considerato che il Consiglio Comunale non ha alcun potere deliberante sulla struttura organizzativa, sulle scelte aziendali, men che meno sulle scelte politiche regionali o sul Piano di Riordino Ospedaliero, esso si trasformerebbe, ancora una volta, suo malgrado, in palcoscenico politico per chiunque vi partecipi.
Giocoforza, sarebbe facile per la maggioranza di governo cittadino sedersi nell’assise e “sparare” a zero sul governo regionale e sugli esponenti locali che lo sostengono, ma crediamo sia arrivato il momento di dire BASTA alle chiacchiere, BASTA alle prese in giro, BASTA alle strumentalizzazioni politiche sul diritto alla salute dei cittadini, BASTA alle passerelle e ai teatrini che lederebbero la dignità del Consiglio Comunale stesso.
Esso altro non è che la massima assise in rappresentanza dei cittadini, e riteniamo che i cittadini siano ormai stanchi di essere presi in giro. Per queste ragioni riteniamo che la battaglia per l’Ospedale Ferrari dovrà essere portata avanti nelle sedi opportune.
Il Sindaco, in qualità di massima autorità sanitaria cittadina, ha chiesto di incontrare il Presidente della Regione Michele Emiliano, oggi anche Assessore alla Sanità ad interim, per discutere del destino dell’Ospedale Francesco Ferrari.
Inoltre, il Sindaco incontrerà e avvierà un’interlocuzione fattiva con la Direzione Amministrativa per chiedere soluzioni a proposito della carenza di personale sanitario del nosocomio e delle altre problematiche ad essa connesse.

Il Sindaco, il Presidente del Consiglio Comunale, gli Assessori e i Consiglieri di maggioranza.

VIAFacebook
FONTELa maggioranza
Articolo precedenteGran successo per la Notte Nazionale dei Les al Montalcini
Articolo successivoL’opposizione chiede che si convochi la conferenza dei capigruppo per discutere del “Ferrari”
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.