Fermata SalentoinBus, le precisazioni di FdI

"Stucchevole la nota del PD cittadino che se ne vuole assumere la totale paternità"

0
2123
fermata salentoinbus le precisazioni di fdi

Senza voler dare corso a sterili polemiche appaiono doverose le considerazioni che seguono circa l’attivazione della fermata di SALENTO IN BUS nella nostra città.

Dopo il suo insediamento una delle prime azioni avviate dall’assessore Gianluca MUSCA è stata richiedere, per il tramite di una nota inoltrata ufficialmente al Presidente della Provincia di Lecce e al consigliere provinciale Massimiliano Romano, l’ingresso della città di Casarano nel circuito SALENTO IN BUS.

Tanto avveniva novembre 2019.

Nei mesi a seguire lo stesso assessore ha intrattenuto numerosi intercorsi in tal senso rivolti sia con presidente Minerva, sia con consiglieri provinciali Massimiliano RomanoNunzio dell’Abate e Antonio Tondo, quest’ultimo munito di specifica delega ai trasporti.

Della circostanza veniva anche informata l’Assise Comunale nel corso di una seduta consiliare tant’è, che nei giorni a seguire, il consigliere Umberto TOTARO, manifestando il proprio apprezzamento, si metteva a disposizione per sostenere, come effettivamente poi sosteneva, il progetto tramite i propri referenti in Provincia.

Tra i mesi di gennaio e febbraio scorsi l’assessore MUSCA veniva ufficiosamente informato che l’istanza avanzata dall’amministrazione comunale aveva raccolto parere favorevole e che, per l’avvio del servizio, sarebbe stata necessaria, con molta probabilità, una compartecipazione economica dei comuni rientranti nel circuito SALENTO IN BUS.

Avendo, però, la Provincia di Lecce, in seguito, individuato delle risorse atte a coprire il servizio, non occorreva più ricorrere all’ausilio della compartecipazione tra enti. In ogni caso, anche laddove fosse stato necessario il contributo economico, la nostra Amministrazione avrebbe di buon grado partecipato ritendendo strategica, per quanto concerne la promozione del territorio, la fermata di Salento in Bus nella nostra città.

Il giorno 27 febbraio 2020 il delegato ai trasporti Antonio Tondo confermava all’assessore MUSCA che era stata istituita la fermata di Casarano indicandogli la relativa tratta e preannunciandogli che, di li a pochi giorni, sarebbe seguita una conferenza stampa atta ad ufficializzare l’avvio del servizio per la stagione estiva 2020.

Quanto è accaduto nei mesi a seguire, ahinoi, è circostanza nota; sta di fatto che, nel rispetto delle istituzioni, pur avendone la possibilità, mai è avvenuta alcuna vanagloriosa anticipazione del risultato ottenuto.

Quindi, pur avendo in precedenza l’Assessore Musca ringraziato l’Ente Provincia per l’effettiva collaborazione fra le parti, troviamo stucchevole la nota del PD cittadino che se ne vuole assumere la totale paternità, quando il loro consigliere NON HA MAI interagito con l’assessore MUSCA….. ma forse si è già in campagna elettorale per le Regionali e “gli elettori sapranno valutare!!!”