Francesco Grasso si aggiudica la sesta edizione di Voci d’Estate. Il resoconto della manifestazione

0
478
Francesco Grasso
Francesco Grasso

Grande successo di pubblico e di critica per la sesta edizione di Voci d’Estate, festival canoro organizzato dall’associazione Radici, con la direzione artistica di Gianni Pino e il patrocinio del Comune di Casarano e della Provincia di Lecce.

Ad aggiudicarsi l’edizione 2022 è stato il diciottenne di Matino, Francesco Grasso. Secondo posto per Benedetta Manca da Lecce. Terza piazza per Chiara Cipriotto da Piove di Sacco (PD); migliore inedito per Alessandro Mancarella da Castrignano del Capo.

A Francesco Grasso sono andati anche il “Premio Corrado Production” (videoclip realizzato dall’omonima etichetta diretta dal maestro Ermanno Corrado) e il premio “Miglior brano radiofonico” conferito da Radio Skylab, media partner dell’evento. A vincere il Premio Scouting MRI (produzione e distribuzione di un singolo a cura della Music Record Italy diretta da Valerio Zelli) è stata Verena Sambo da Cortina d’Ampezzo (BL).

Quest’anno gli organizzatori hanno decisamente alzato l’asticella, proiettando di Voci d’Estate su una dimensione nazionale, come testimoniano le iscrizioni giunte da tutta Italia e la presenza in giuria, in qualità di presidente, del noto autore e produttore multiplatino Carlo Rizioli, che ha speso parole di lode e di stima nei confronti degli organizzatori e soprattutto dei partecipanti al concorso.

È stata una serata magica all’insegna della musica, ma anche del divertimento e della leggerezza, grazie alle gag dell’inarrestabile Gianni Pino, nella duplice veste di showman (per l’occasione ha anche cantato due dei suoi brani) e conduttore della serata, assieme a Barbara Politi, Claudio Carbone e a Sara Giannelli, in qualità di valletta. In uno dei suoi sketch, Pino è stato affiancato dalla simpaticissima Chiara Manni.

Ospite della serata, la pluripremiata cantante Giada Miccoli. Coreografie curate dalla scuola di ballo La Perla Dance di Francesca Russo. Al piano la maestra Francesca De Marco.

La serata è stata aperta dal vincitore della precedente edizione, Matteo Fasano, che ha proposto una toccante versione del brano Prayer in duetto con Simona Verardo. Il tutto è stato trasmesso in diretta audio e video da Radio Skylab e immortalato negli scatti del fotografo ufficiale Giovanni De Micheli.

«Ricevere i complimenti da parte di tantissime persone, tra cui molti addetti ai lavori che ovviamente conoscono bene questo tipo di eventi, e ricevere i complimenti di Carlo Rizioli, uno dei più grandi autori e produttori italiani, – commenta Gianni Pino non può che inorgoglirci e stimolarci a fare sempre meglio. Il fatto che in tanti, soprattutto i ragazzi che venivano da lontano, abbiano definito Voci d’Estate come uno dei meglio organizzati in Italia e abbiano più volte ribadito di essersi sentiti a casa, ci fa capire che i tanti sacrifici fatti sono stati ripagati».

Un ringraziamento particolare a tutti i partecipanti che hanno regalato al numeroso e caloroso pubblico una serata magica di altissima qualità artistica: Lusì da Carosino (Ta), Francesco Grasso da Matino, Chiara Cipriotto da Piove di Sacco (Pd), Alessandro Mancarella da Castrignano del Capo, Alessandra Trapani da Siena, Benedetta Manca da Copertino, Chantal da Mazzara del Vallo (Tp), Erjona Qellimi da Maglie, Ginevra Del Giudice da Taranto, Ines Rizzo da Surano, Emanuele Chezzi da Specchia, Sofia Molon da Tribano (Pd), Kassandra De Giuseppe da Cerfignano, Verena Sambo da Cortina D’Ampezzo (Bl), Valeria Pariti da Lecce.

Ora, testa all’edizione 2023.

Articolo precedenteIISS De Viti De Marco: 23 diplomati con 100 su 100, tra i quali sette con lode
Articolo successivoPD: “La fiera dell’ovvio”
Scrive per la Gazzetta del Mezzogiorno da circa vent’anni, occupandosi di cultura, politica, economia, costume, sport, etc. Diverse le collaborazioni con testate cartacee e telematiche a livello locale e nazionale. All’attività giornalistica affianca la ricerca. Al centro dei suoi interessi culturali vi sono la filosofia e l’antropologia. Tra le sue più recenti pubblicazioni, il volume monografico L’enigma delle fiabe sulla interpretazione delle fiabe e diversi articoli e contributi apparsi su riviste ed enciclopedie di prestigio, come la rivista filosofica internazionale Quaestiones Disputatae dell’Universidad Santo Tomás, una delle più antiche delle Americhe, fondata in Colombia nel 1580, e l'Enciclopedia di Bioetica e Scienza Giuridica.