E’ concreto il rischio che la sede INPS di Casarano sia declassata.

Il grido di allarme è stato lanciato nuovamente nei giorni scorsi dal Comitato Provinciale INPS che si è riunito per affrontare l’argomento il 28 settembre. Il Presidente del Comitato Salvatore Labriola, che in qualità di Sindaco di Casarano ringrazio per l’interessamento, ha prontamente inviato una lettera per chiedere l’intervento del Prefetto, della Deputazione Salentina, dei Sindaci e dell’ANCI, al fine di scongiurare il declassamento della sede.

Attualmente l’agenzia complessa INPS di Casarano eroga servizi a un bacino di utenza di 300.000 abitanti dislocati in 35 comuni, con circa 34.000 aziende e 37.000 lavoratori.

La sede di Casarano ha un ruolo insostituibile nell’ambito dei servizi al territorio del Sud Salento. L’Amministrazione Comunale di Casarano con una deliberazione di Giunta Comunale dello scorso Aprile, adottata anche da altri Comuni del comprensorio, è già intervenuta per scongiurare il declassamento dell’agenzia e richiedere l’integrazione del personale trasferito e andato in pensione, che sta inevitabilmente impoverendo e riducendo i servizi erogati.

In questo fine settimana stiamo interloquendo con i Sindaci del comprensorio interessati, per mettere a punto un nuovo atto deliberativo e delle strategie di azione da attuare congiuntamente, per dare maggiore incisività e forza alla nostra azione di opposizione al declassamento della sede INPS di Casarano.

Casarano, 02.10.2021

 IL SINDACO     Ottavio De Nuzzo