La stupefacente cometa Neowise, da pochi giorni visibile dal Salento

0
9333

Ecco la nostra prima foto della cometa C/2020 F3 Neowise, scattata l’8 luglio, alle 04:10 dalla Serra salentina, elevazione collinare che costeggia il Parco Astronomico San Lorenzo di Casarano (Le).

Scoperta il 27 marzo scorso dalla sonda Near Earth Object Wide-field Infrared Survey Explorer della Nasa (il nome Neowise è l’acronimo), ha raggiunto una luminosità inaspettata che la rende visibile anche ad occhio nudo in direzione Nord-Est che la rende in teoria visibile ad occhio nudo. La cometa raggiungerà il perigeo (ovvero la minima distanza dalla Terra) il prossimo 23 luglio, “avvicinandosi” a circa 90 milioni di km.

In questi giorni è osservabile in orari un po’ scomodi, prima dell’alba tra le costellazioni dell’Auriga e della Lince. Dalla metà di luglio, invece, sarà possibile osservarla la sera e e per tutta la notte, immergendosi nelle costellazioni del Dragone e dell’Orsa Maggiore.

Questa cometa, insomma, ci riserverà ancora delle inaspettate sorprese!

VIAComunicato stampa
FONTEGiuseppe De Filippi - Direttore Parco Astronomico "San Lorenzo"
Articolo precedenteUn lustro indelebile
Articolo successivoSicurezza, ancora nessun rinforzo estivo nel Salento
Scrive per la Gazzetta del Mezzogiorno da circa vent’anni, occupandosi di cultura, politica, economia, costume, sport, etc. Diverse le collaborazioni con testate cartacee e telematiche a livello locale e nazionale. All’attività giornalistica affianca la ricerca. Al centro dei suoi interessi culturali vi sono la filosofia e l’antropologia. Tra le sue più recenti pubblicazioni, il volume monografico L’enigma delle fiabe sulla interpretazione delle fiabe e diversi articoli e contributi apparsi su riviste ed enciclopedie di prestigio, come la rivista filosofica internazionale Quaestiones Disputatae dell’Universidad Santo Tomás, una delle più antiche delle Americhe, fondata in Colombia nel 1580, e l'Enciclopedia di Bioetica e Scienza Giuridica.