In merito alla questione dei marciapiedi di via Matino sollevata dal consigliere comunale Massimo D’Aquino che ha chiamato in causa il presidente dell’Associazione Commercianti, Artigiani ed Imprenditori di Casarano, ci teniamo a chiarire alcune cose:

1. Durante l’incontro che è avvenuto con il sindaco e il direttivo dell’associazione ci è stato illustrato verbalmente un progetto diverso da quello che si sta realizzando. L’incontro non era destinato solo alla discussione estetica del progetto, ma soprattutto alle tempistiche e a come limitare i disagi dovuti dai lavori.
2. Il direttivo dell’associazione è composto da commercianti ed imprenditori, che sottraggono tempo prezioso al proprio lavoro e ai propri affetti per mero senso civico. Il compito che ci siamo dati è quello di dare un aiuto alle piccole medie imprese e di creare iniziative ed eventi che diano il giusto risalto alla nostra città.
3. L’associazione è, e sarà sempre, apolitica! A noi non interessa nessun colore, siamo sempre pronti a collaborare sia con la maggioranza che con l’opposizione. Non siamo interessati alle questioni politiche, ma solo ed esclusivamente a creare una sinergia proficua tra l’amministrazione e i commercianti.

Detto questo, vorremmo, ricordare al consigliere D’Aquino che su via Matino è posto un cartello dove ci sono elencati i responsabili dei lavori a cui indirizzare la domanda che ha posto al nostro presidente e vorremmo porre anche noi delle domande sia a Lei che a tutti i politici di Casarano ma soprattutto alla nostra Amministrazione:

1. Ritenete davvero giusto che a vigilare sui lavori stradali sia di competenza di alcuni semplici cittadini che fanno parte di un’associazione?
2. È compito nostro sottolineare lo scempio che giornalmente siamo costretti a vedere per le strade della nostra città?
3. È colpa nostra se i lavori di via Matino sono decisamente diversi da quelli che ci hanno presentato?
4. È colpa nostra se la facciata della chiesa di Santa Maria della Croce (Casaranello) è stata riverniciata in barbaro modo? Siamo noi che dobbiamo interrogare il sindaco su questa questione?
5. È colpa nostra se le strade della nostra città sono impraticabili?

Potremmo stare ore ad elencare tutti i problemi della nostra Città, ma non è questo il nostro compito! Consigliere D’Aquino, ha scritto che abbiamo bisogno di nuova gente a tutti i livelli? Bene, se crede che Lei possa fare un lavoro migliore dirigendo la nostra associazione si accomodi pure le porte dell’associazione sono sempre aperte, ma si sbrighi, ci sono eventi in fase di organizzazione che comportano molto lavoro.

Il Presidente dell’Associazione Commercianti Imprenditori ed Artigiani di Casarano e il direttivo tutto