Maggior sicurezza nella zona industriale. Le inziative dell’Amministrazione

0
715
Emanuele Legittimo
Emanuele Legittimo

In questi giorni l’Amministrazione Comunale sta azionando una serie di iniziative in favore degli operatori economici della Zona Industriale.

Per garantire la sicurezza soprattutto nelle ore notturne, tenuto conto del lockdown dalle 22,00 alle 5,00 imposto dalla emergenza sanitari da covid-19, a partire  dal primo dicembre è stato attivato il servizio di sorveglianza della Zona Industriale con l’istituto di Vigilanza Fenice Security Service srl.   

La banda larga per la fornitura dei servizi di connettività veloce è ormai una risorsa di produzione primaria per gli operatori economici. Per questo motivo, nell’ambito del progetto di investimento per la realizzazione di infrastrutture per la Banda Ultra Larga nella Regione Puglia, regime di aiuto concernente l’attuazione della Strategia Nazionale Banda Larga, lo scorso 19 novembre, è stata approvata la deliberazione di Giunta Comunale n. 141/2020. Con la suddetta deliberazione è stato approvato lo schema di convenzione e ne è stata autorizzata la sottoscrizione con la società Infrastrutture e Telecomunicazioni per l’Italia SPA,  al fine di procedere alla   costruzione, manutenzione e spostamento delle infrastrutture a banda ultralarga.

In questi giorni sono partiti anche i lavori del progetto “Azienda Sicura”. Il progetto finanziato dal Ministero nell’ambito del PON Legalità per un importo di oltre 3,1 milioni di euro, prevede la istallazione di telecamere intelligenti contro i furti e le rapine ai danni delle aziende  delle zone industriali. Il nuovo impianto di videosorveglianza è dotato di telecamere in grado di rilevare autoveicoli e mezzi di trasporto che stazionano per un tempo rilevato come sospetto o di mezzi che si muovono ad alta velocità o che entrano o escono dalle aziende in orari in cui dovrebbero essere chiuse. Queste telecamere sono in grado di inviare l’allarme presso le centrali operative, dove, o in maniera automatizzata, o mediante operatori, chiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Il progetto è realizzato dal Consorzio ASI di Lecce per le zone industriali di Lecce-Surbo, Casarano, Galatina-Galatone e Nardo. E’ stato illustrato e condiviso dagli operatori economici della Zona Industriale, alla presenza dei progettisti, nel corso di un apposito incontro organizzato il primo marzo del 2019 dall’allora Sindaco Gianni Stefano.

L’Assessore alle Attività Produttive Emanuele Legittimo:

” Sono soddisfatto di potere iniziare il mandato con questi segnali di grande attenzione nei confronti del tessuto produttivo della Città. Insieme al Sindaco e all’Amministrazione Comunale ci siamo subito messi al lavoro per supportare i nostri operatori economici. Avremmo voluto già organizzare un incontro per ascoltare e manifestare la nostra vicinanza e disponibilità alla soluzione delle varie problematiche della zona industriale. Questo in presenza, a causa della pandemia, non è stato possibile e perciò lo terremo nella prossima settimana in videoconferenza.”

Il Sindaco Ottavio De Nuzzo:

” Sono lieto di annunciare l’avvio di queste iniziative per migliorare la nostra Zona Industriale. Sono giunte nei giorni scorsi diverse segnalazioni da imprenditori che richiedono maggiore sicurezza soprattutto nelle ore notturne, per questo motivo abbiamo prontamente attivato un servizio di sorveglianza con un istituto di vigilanza privato. Abbiamo poi deliberato per avviare i lavori per l’estensione della rete della banda ultralarga presso tutta la Zona Industriale nell’ambito del progetto nazionale portato avanti dal Ministero dello Sviluppo Economico e Regione Puglia. E, in questi giorni, sono partiti i lavori anche per la realizzazione del nuovo impianto di videosorveglianza avviato dall’Amministrazione Stefano. Verrà installato un impianto all’avanguardia che alzerà notevolmente il livello di sicurezza della Zona Industriale. Stiamo lavorando per fornire servizi e per dare alla Zona Industriale di Casarano l’importanza, l’attrattività e la centralità che merita.”    

Casarano, 02.12.2020

Comune  di Casarano

Comunicazione Istituzionale     

Articolo precedenteBuona la prima, ma non la seconda
Articolo successivoLa maca te le stelle
Alberto Nutricati
Scrive per la Gazzetta del Mezzogiorno da circa vent’anni, occupandosi di cultura, politica, economia, costume, sport, etc. Diverse le collaborazioni con testate cartacee e telematiche a livello locale e nazionale. All’attività giornalistica affianca la ricerca. Al centro dei suoi interessi culturali vi sono la filosofia e l’antropologia. Tra le sue più recenti pubblicazioni, il volume monografico L’enigma delle fiabe sulla interpretazione delle fiabe e diversi articoli e contributi apparsi su riviste ed enciclopedie di prestigio, come la rivista filosofica internazionale Quaestiones Disputatae dell’Universidad Santo Tomás, una delle più antiche delle Americhe, fondata in Colombia nel 1580, e l'Enciclopedia di Bioetica e Scienza Giuridica.