Mastroleo chiede lumi sul rischio di cementificazione selvaggia

0
2298
Marco Mastroleo

Alla fine di via Solferino, all’uscita da Casarano, lungo la strada che porta a Taviano, vi è un cumulo enorme di pietrame.

Vi è un’autorizzazione del 22 maggio 2020 che autorizza l’azienda che ha svolto i lavori per l’illuminazione pubblica a depositare temporaneamente quel materiale in zona, sino al prossimo 31 dicembre. Qualcuno ha sollecitato l’azienda a provvedere? Non credo che tutti quei metri cubi di pietrame possano essere rimossi a cavallo tra Natale e Capodanno in pochi giorni. E se non lo si è fatto, che si aspetta a solleccitare?

A me qualche dubbio viene, anche perché qualcuno mi ha mandato dei rendering di un progetto. Spero che si tratti di una bufala, ma dal progetto si può vedere che nella zona in questione tutto sta per essere rimosso tranne quel materiale che sembrerebbe essere la base per l’ennesima cementificazione della città, nell’ottica di una espansione scriteriata e priva di regole.

A questo punto chiedo al sindaco, ai tecnici e all’amministrazione che venga rimosso presto quel materiale e che venga fatta definitivamente chiarezza sulla vicenda.

Marco Mastroleo

VIAComunicato Stampa
FONTEMarco Mastroleo
Articolo precedenteUna speranza per Alice. La gioia dei ragazzi che si sono mobilitati nei mesi scorsi
Articolo successivoPotrebbe essere il casaranese Antonio Stefàno a preparare i bouquet del Festival di Sanremo
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.