Arpal Puglia: 631 posti di lavoro nella provincia di Lecce

0
436
CPI Casarano

Un importante gruppo imprenditoriale del Capo di Leuca intende assumere con immediatezza, sia a tempo indeterminato che determinato, 105 addetti alle pulizie e camerieri ai piani (ambo sessi), da impiegare full time in resort e hotel a 5 stelle in Puglia e Basilicata. Questa ricerca urgente fa lievitare i numeri dell’undicesimo report delle offerte di lavoro elaborato dall’Ufficio coordinamento Servizi per l’Impiego dell’Ambito di Lecce di Arpal Puglia. Si registra, infatti, il +5,5 per cento di posizioni aperte rispetto alla settimana scorsa, passando da 598 a 631 in totale, sintetizzate nei 136 annunci, suddivisi per settore, presenti in questo rapporto, che promuove le vacancy quotidianamente pubblicate e aggiornate sul portale lavoroperte.regione.puglia.it, consultabile anche tramite App. Alla progressiva diminuzione dei posti di lavoro disponibili nel settore turistico (163 in totale, a fronte dei 198 di sette giorni fa), risultato raggiunto grazie alle preselezioni svolte dai dieci Centri per l’Impiego della provincia di Lecce e successive assunzioni da parte delle aziende, fa da contraltare un aumento delle disponibilità in altri settori, in primis, appunto, quello delle pulizie e multiservizi, passato da 78 a 172 posti vacanti. Di rilievo anche la ricerca di cento addetti nelle cinque sedi salentine di un call center. Un incremento delle posizioni aperte si ha, inoltre, nei settori amministrativo (11), ambientale-chimico-farmaceutico (6), agricoltura-agroalimentare-manutenzione del verde (11), tessile-abbigliamento-calzaturiero (10), industria del legno (5). In seguito alle preselezioni e assunzioni, si riducono, invece, le opportunità di impiego, oltre che nel turismo, anche nelle costruzioni e impiantistica (49 posti),nellametalmeccanica (15), nella sanità privata e assistenza alla persona (24), nei trasporti e riparazione veicoli (10), nel commercio (41). Ai sensi dell’art. 1 L. 903/77, si precisa che la ricerca è sempre rivolta ad entrambi i sessi. Questa settimana, sono 8 i posti riservati ad appartenenti alle categorie protette ex art.18 L. 68/99 (non disabili) e uno per persone con disabilità. All’estero, tramite la rete Eures, ci si può ancora candidare come educatori in asili nido e scuole cattoliche a Francoforte e per la raccolta stagionale di ortaggi, frutta e per il lavoro nei vivai del Belgio.Per presentare la propria candidatura, basta cliccare sui codici offerta contenuti nel report per collegarsi direttamente ai relativi annunci presenti sul sito lavoroperte.regione.puglia.it. Dal portale, tramite Spid, si può direttamente inoltrare la candidatura oppure scaricare il modulo da compilare e inviare via mail ai Centri per l’Impiego. Ci si può, in alternativa, recare direttamente nei Centri per l’Impiego, dove si può ricevere supporto nella compilazione dei moduli, servizi di orientamento e informazioni anche relative ad altre possibilità di impiego: gli sportelli sono aperti al pubblico tutti i giorni (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30; il martedì anche dalle 15 alle 16.30 e il giovedì pomeriggio su appuntamento) presso le sedi dislocate a Lecce, Campi Salentina, Casarano, Galatina, Gallipoli, Maglie, Martano, Nardò, Poggiardo, Tricase e presso l’Ufficio collocamento mirato disabili, che ha sede a Lecce in viale Aldo Moro (per info e contatti: www.arpal.regione.puglia.it). 

Per consultare il REPORT SETTIMANALE dei Centri per l’Impiego di Lecce (18-25 luglio 2022): https://drive.google.com/file/d/11gVxYEe2VsE9x8TIk6Aab00hMJAQlmM-/view?usp=sharing

ARPAL Puglia

FONTEArpal Puglia
Articolo precedenteVoci d’Estate: si preannuncia un’edizione col botto. Ultimi giorni per le iscrizioni
Articolo successivoMadonna della Campana: vandalizzata un’edicola della Via Crucis
Scrive per la Gazzetta del Mezzogiorno da circa vent’anni, occupandosi di cultura, politica, economia, costume, sport, etc. Diverse le collaborazioni con testate cartacee e telematiche a livello locale e nazionale. All’attività giornalistica affianca la ricerca. Al centro dei suoi interessi culturali vi sono la filosofia e l’antropologia. Tra le sue più recenti pubblicazioni, il volume monografico L’enigma delle fiabe sulla interpretazione delle fiabe e diversi articoli e contributi apparsi su riviste ed enciclopedie di prestigio, come la rivista filosofica internazionale Quaestiones Disputatae dell’Universidad Santo Tomás, una delle più antiche delle Americhe, fondata in Colombia nel 1580, e l'Enciclopedia di Bioetica e Scienza Giuridica.