Potrebbe essere il casaranese Antonio Stefàno a preparare i bouquet del Festival di Sanremo

0
2173
Antonio Stefàno
Antonio Stefàno

Antonio Stefàno torna a Sanremo, a distanza di un anno, per partecipare alla sesta edizione del concorso «Bouquet Festival di Sanremo», organizzato dal Mercato dei Fiori in collaborazione con il Comune di Sarnremo.
Il vincitore del prestigioso concorso, oltre a ricevere una targa, entrerà a far parte della squadra che confezionerà i bouquet che saranno consegnati ai cantanti e ai vari ospiti durante le dirette del Festival di Sanremo 2022.

Antonio Stefàno
Antonio Stefàno

Tema di questa edizione sarà «I fiori seguono sempre la luce». Il concorso si articolerà in due prove, rispettivamente intitolate “Sole” e “Luna”.

Fiori e fronde saranno forniti dal Mercato dei Fiori di Sanremo e saranno costituiti da prodotti stagionali del distretto florovivaistico del Ponente Ligure.

Il concorso si terrà il prossimo 10 gennaio nella Città dei Fiori. I partecipanti avranno 30 minuti per preparare i propri bouquet, entrambi a tema.

Stefàno, 46 anni, è titolare dell’azienda Flower Decò, che conduce, dal 1990, insieme alla moglie Marcella Orazzo.

Il fiorista casaranese aveva già partecipato al concorso lo scorso anno, classificandosi quarto e sfiorando di un soffio il podio.

Nelle due prove a tema in programma, Stefàno si è piazzato rispettivamente al settimo e al primo posto.

Quest’anno, forte dell’esperienza acquisita, il fiorista punta a migliorare l’ultimo piazzamento.

E chissà se non ci sarà un’impronta casaranese nel prossimo Festival della Canzone Italiana

Articolo precedenteMastroleo chiede lumi sul rischio di cementificazione selvaggia
Articolo successivoAl salentino Giancarlo Longo il Premio Vincenzo Crocitti per la categoria attori emergenti
Scrive per la Gazzetta del Mezzogiorno da circa vent’anni, occupandosi di cultura, politica, economia, costume, sport, etc. Diverse le collaborazioni con testate cartacee e telematiche a livello locale e nazionale. All’attività giornalistica affianca la ricerca. Al centro dei suoi interessi culturali vi sono la filosofia e l’antropologia. Tra le sue più recenti pubblicazioni, il volume monografico L’enigma delle fiabe sulla interpretazione delle fiabe e diversi articoli e contributi apparsi su riviste ed enciclopedie di prestigio, come la rivista filosofica internazionale Quaestiones Disputatae dell’Universidad Santo Tomás, una delle più antiche delle Americhe, fondata in Colombia nel 1580, e l'Enciclopedia di Bioetica e Scienza Giuridica.