Quarant’anni di sacerdozio per don Angelo

Il messaggio del vescovo Filograna della diocesi Nardò-Gallipoli al Cardinale casaranese.

0
9323
don angelo de donatis

“Emoziona il fatto che l’anniversario dell’ordinazione sacerdotale di don Angelo coincida quest’anno con la Pasqua e lo stia celebrando in forma sommessa”

Mons. Fernando Filograna

Sacerdoti, religiosi e fedeli della chiesa di Nardò-Gallipoli partecipiamo con gioia al grande coro di preghiere e di auguri che da Roma e dalla nostra terra del Salento in questi giorni si intona per il carissimo Card. Angelo. Emoziona il fatto che l’anniversario della sua ordinazione sacerdotale coincida quest’anno con la Pasqua e lo stia celebrando in forma sommessa.

Noi sentiamo il dovere di ringraziare il Signore per averlo chiamato al Sacerdozio e per averlo voluto quale Vicario di Papa Francesco per la diocesi di Roma e chiediamo il dono di una completa guarigione perché possa tornare a servire la chiesa con le sue energie fisiche, dopo averla servita in questi giorni con l’offerta della malattia.

Noi vogliamo bene a Sua Eminenza e alla sua famiglia che vive a Casarano, suo paese natio. D. Angelo, così tutti continuiamo a chiamarlo, è molto conosciuto, stimato, amato, perché, pur essendosi allontanato da giovane per frequentare prima il Seminario liceale di Taranto e poi il Pontificio Seminario Romano per la formazione al sacerdozio, nel suo paese natio è sempre ritornato per sostare in casa e respirare quei valori da lui assimilati sin da piccolo, per continuare a trasmettere la sua gioia sacerdotale e la sua profonda spiritualità a tanti fedeli.

Non si risparmia mai nel ministero sacerdotale: pur impegnato a Roma con incarichi pastorali delicati e impegnativi, ogni volta che torna in paese, ieri come oggi, invece di dedicare il tempo a recuperare le forze, si mette a disposizione per ascoltare le persone, confessare, guidare spiritualmente. D. Angelo continua a seguire numerose coppie di sposi, tanti sacerdoti e fedeli desiderosi di vivere la vocazione alla santità nel loro stato di vita.

Posso attestare, avendo condiviso con lui gli anni di formazione nel Seminario Romano, che sin da allora si distingueva per la qualità delle sue virtù umane e spirituali, qualità che poi ha continuato a manifestare negli anni di ministero.

Infatti, ogni volta che l’ho incontrato, dopo l’ordinazione sacerdotale, mi ha sempre colpito il suo appassionato amore verso il Signore e la Chiesa, la sua capacità di ascolto e di dialogo, la sua ricerca costante di parlare al cuore delle persone, privilegiando soprattutto i poveri, i piccoli. Ho visto in lui una guida che senza imporsi riesce a convincere, perché cammina accanto ai suoi amici, sacerdoti o fedeli, e stabilisce con loro relazioni impregnate di tenerezza e di misericordia.

Lo penso con affetto e gli sono grato per l’intesa opera spirituale e pastoraleche continua a svolgere nella sua e nostra Diocesi, lo ritengo uno tra i suoi figli più illustri e tra i suoi pastori più amabili e amati.

Prego il Signore affinché, per intercessione della beata Vergine Maria, ridoni le energie fisiche per continuare a testimoniare il vangelo con gioia.

FONTEMons. Fernando Filograna
Articolo precedenteDiffusione Stereo lancia l’hashtag #iorrostuacasa
Articolo successivoAttivato il numero telefonico per il Carrello Solidale
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.