Riso: “Grave carenza di personale al Ferrari. Proclamato lo stato di agitazione”

0
269
Mario Riso
Mario Riso

Meglio tardi che mai sperando che non sia troppo tardi.
Dove sono stati sino ad oggi i rappresentanti  delle altre sigle sindacali quando la UIL  FPL in solitudine lanciava il grido dall’allarme e di dolore tentando di farsi sentire dalle sorde  istituzioni in difesa del Ferrari di Casarano?

Siamo contenti che altre organizzazioni sindacali finalmente abbiano preso coscienza della drammatica situazione di carenza di personale che l’ospedale Ferrari di Casarano sta vivendo, siamo contenti che se ne siano accorti della drammaticità che l’Ospedale Ferrari con il solo aiuto e supporto della UIL FPL che le metteva in risalto e senza che  le Istituzioni preposte, abbiano mosso mai un dito a favore, anzi in alcune circostanze hanno disatteso gli impegni presi non inviando il personale promesso.
Si sta tentando in tutti i modi di mantenere a galla, questo glorioso Ospedale, ma credo che  siamo arrivati alla fine e una volta per tutte le Istituzioni preposte devono assumersi la responsabilità di dire con parole semplici, nette e chiare, cosa hanno intenzione di fare dell’ Ospedale di Casarano..
Solo chi “vive”  l’ospedale Ferrari si rende conto del suo declino, dell’abbandono da parte delle Istituzioni,  della Regione Puglia e della Direzione Generale della ASL di Lecce, dell’abbandono da parte di chi invece avrebbe dovuto supportarlo e foraggiarlo, con personale Medico, Infermieristico, Tecnico, OSS e Amministrativo, nonché di nuove attrezzature.
L’Ospedale Ferrari è un apparato elefantiaco, che sta andando avanti per “inerzia” verso la fine della sua esistenza, per quanto ancora può continuare se non si effettuano interventi fattivi e mirati per fermare questo declino?
Come diceva Andreotti: “a pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca”
“un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”.

Non vorremmo che si approfittasse della mancanza di personale per trovare poi la motivazione per chiuderlo definitivamente  o declassarlo  del tutto?   
Sono troppe le coincidenze e sono altrettanti troppi i soprusi che il Ferrari di Casarano sta subendo, ad iniziare da quelli più penalizzanti (la scarsa attenzione e partecipazione da parte della Regione Puglia e della Direzione Generale della ASL di Lecce).

 L’Ospedale è abbandonato a se stesso e solo la buona volontà dei pochi  Dirigenti rimasti e l’abnegazione di tutto il personale ormai allo stremo e a rischio (Sindrome da Burnout), sta permettendo al F. Ferrari di mantenere i livelli di assistenza.

E’ di tutta evidenza  la carenza di personale Infermieristico, Tecnico, OSS, Amministrativo e medico (in particolar modo quello apicale “PRIMARI”)  in tutte le unità operative, questa situazione non può essere accettata dalla scrivente O.S. UIL FPL  e ne tanto meno dall’Utenza afferente all’Ospedale di Casarano, la quale è stata penalizzata e continuamente mortificata.

E la promessa (di pochi mesi fa)  in conferenza stampa del Presidente Michele Emiliano di voler richiedere al Ministero il 1° livello per il F.Ferrari che fine a fatto?

Presidente gli impegni si onorano.

Per tutto quanto sopra, è stato dichiarato lo Stato di Agitazione di tutto il personale, con segnalazione a Sua Eccellenza il Prefetto di Lecce. 

Responsabile Dipartimento Contrattazione

 f.to Mario RISO

VIAComunicato Stampa
FONTEMario Riso
Articolo precedenteOspedale Ferrari in grande affanno, senza infermieri e Oss. Proclamato lo stato di agitazione
Articolo successivoMinoranza: “La sicurezza è un tema che deve unirci. Gli strumenti esistono, usiamoli”
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.