Sono passati 79 anni da quando una bomba sganciata su Casarano causò la morte di sei ragazzi. Il ricordo dell’Amministrazione

0
673

Oggi ricorre il 79° anniversario dell’incursione aerea nemica in piazza Umberto I, allorquando una bomba, alle ore 22:20, causò la morte di sei ragazzi che erano li a giocare e a godersi un po’ di frescura alla vigilia di un torrido Ferragosto. Fu una tragica vicenda spesso raccontata dai nostri genitori, alcuni fortunatamente scampati al pericolo, che aveva rotto quella calma surreale che stava vivendo una comunità formata prevalentemente da donne e ragazzi, poiché mariti e padri erano al fronte a combattere. Per anni se ne è parlato, poi finalmente qualcuno si è ricordato che in una guerra, oltre alle vittime che chiamiamo “naturali”, vi sono anche le vittime “civili”, quelle che non imbracciano armi e che non sono protagoniste, ma che, comunque, ne subiscono le conseguenze nefaste. E Casarano, oltre ai tanti militari che non sono più tornati, ha pianto anche quei poveri ragazzi. Li hanno continuati a piangere i loro congiunti, mentre il resto della popolazione gradualmente ne perdeva la memoria, sino al 1975, quando l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Salvatore Morgante, stimolata dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, ha condiviso il progetto di erigere un monumento per ricordare tali vittime. Esso è ubicato nella omonima piazza. Questa amministrazione comunale, di contro, ha voluto rispondere, immediatamente, alle istanze che tendevano a far sì che i caduti di quell’episodio potessero essere ricordati nominativamente e, pertanto, da oggi, chi si ferma presso il predetto monumento potrà leggere i nomi dei sei ragazzi, riportati su una lapide. Considerato il giorno festivo e il torrido clima che incombe, si è deciso di rinviare la cerimonia ufficiale a dopo l’inizio dell’anno scolastico, onde permettere una più larga partecipazione della cittadinanza, compresi i nostri scolari e studenti. Dell’evento ne sarà data tempestiva comunicazione.

Casarano, 14 agosto 2022

Ottavio De Nuzzo

VIAFacebook
FONTEComune di Casarano
Articolo precedenteRaccolta rifiuti: servizio attivo a Ferragosto
Articolo successivoBarbara Perrone interviene in merito alla battuta sessista rivoltale in consiglio comunale
Hai un comunicato, una notizia, un evento, una lettera, o qualunque contenuto che vorresti far conoscere? Invia pure una mail a info@tuttocasarano.it e saremo lieti di fare da amplificatore della tua voce.