Tommaso Toma

0
1787
tommaso toma
Foto: Gigi Garofalo

Il personaggio che andremo a scoprire questa volta è il professore Tommaso Toma, che dello sport ha fatto la sua ragione di vita, ottenendo sempre ottimi risultati.

Partiamo dall’inizio: Tommaso nasce a Casarano il 26 giugno del 1957. Già da studente si distingue nelle attività sportive con prestazioni brillanti. Ad esempio, si iscrive all’associazione Fiamma Maglie e si dedica alla corsa ad ostacoli 400 mt, in quegli anni una delle migliori associazioni sportive per la preparazione degli atleti.

Dopo le scuole medie e superiori, si iscrive all’ISEF. Durante quel periodo, si appassiona alla ginnastica, campo in cui ancora oggi continua a preparare atleti.

Finiti gli studi, rientra a Casarano e il 10 ottobre 1980 fonda l’associazione Sportiva Tomsport. Svolge la propria attività a Casarano presso la palestra omonima, sita in Via Fausto Coppi e affiliata alla Federazione Ginnastica d’Italia fin dal 1982. 

Nel 1980 inizia a insegnare al liceo scientifico di Casarano come supplente di educazione fisica; l’anno successivo insegna al liceo scientifico di Lecce. Gira le scuole per un po’ di anni, finché nel 1985 non gli viene affidata la cattedra e torna al liceo scientifico di Casarano. Con il passare del tempo, si guadagna la fiducia del preside, che lo nomina suo collaboratore.

Svolge attività agonistica e amatoriale a livello provinciale, regionale, interregionale e nazionale nei seguenti settori: ginnastica artistica maschile, femminile, generale e aerobica. L’attività sportiva della palestra è stata da sempre supportata da insegnanti di educazione fisica e da tecnici federali qualificati e aggiornati, tra cui i giudici nazionali Tommaso Toma, allenatore nel 1988 nei collegiali nazionali giovanili, e Luigia Urso, allenatrice regionale che lo affianca dal 1982 e che in seguito è diventata sua moglie; Sergio Giovanna e Maggio Ilario.

Nell’arco dei 40 anni di attività, diversi allievi hanno conseguito titoli a livello regionale, interregionale e nazionale, dal campionato di serie B e C maschile, al campionato di serie D femminile, fino ai campionati di specialità. Per alcuni anni Tommaso è stato anche l’allenatore della Casaranese, squadra calcistica che milita in terza categoria, vincendo il Campionato e ottenendo la promozione in seconda categoria.

Diversi sono stati i riconoscimenti per il lavoro svolto dalla società: nel 1991-92 “Seconda società femminile” nella graduatoria di merito regionale; nel 2001 “premio Europeo 2001” della Provincia di Lecce; nel 2002 “Benemerenza CONI” di Lecce targa di bronzo; nel 2006 premio “Sedile D’Argento Città di Lecce”; nel 2008 “Benemerenza della Federazione Ginnastica Italia” per i 25 anni di affiliazione. Inoltre ha ottenuto il riconoscimento di “Scuola di Ginnastica” da parte della Federazione Ginnastica Italia. Nel 2010, le è stata conferita la “Stella di bronzo al Merito Sportivo” da parte del C.O.N.I. Nazionale.

Tra i dirigenti del sodalizio, il sig. Cannavacciuolo Vincenzo ha ricoperto la carica di Presidente regionale F.G.I. Il Prof. Tommaso Toma invece ha ricoperto: dal 2001 al 2012 la carica di delegato provinciale F.G.I.; dal 2001 al 2004 e dal 2004 al 2008 componente di Giunta C.O.N.I. di Lecce; dal 2001 al 2012 componente del consiglio provinciale C.O.N.I. di Lecce. Nel 2008 ha ricoperto la carica di Coordinatore Staff Tecnico provinciale C.O.N.I. di Lecce. Dal 2001 a oggi è Fiduciario C.O.N.I per il comune di Casarano.

Da un anno Tommaso è in pensione e si dedica esclusivamente alla palestra, che continua sempre a distinguersi nel campo sportivo. Il 4 dicembre 2020 l’allieva Giada De Lorenzis si è classificata al terzo posto del campionato italiano d’eccellenza di ginnastica artistica femminile. Gli auguriamo di continuare sempre così a portare in alto il nome di Casarano!

Articolo precedenteLettera di una maestra a Babbo Natale
Articolo successivoTutto pronto per il Concerto di Natale
Gigi Garofalo
Gigi è un agente di commercio, un «musicofilo» come pochi nonché un fotografo professionista. Ex ragioniere, ha dedicato gran parte della sua vita alla fotografia anche come insegnante nelle scuole di fotografia del territorio. Ha scritto per Reflex, ha esposto le sue mostre fotografiche ovunque e oggi è vicepresidente del Collettivo Xima. Si definisce un «sano campanilista», fervente sostenitore della sua Casarano.