Un lustro indelebile

0
659
un lustro indelebile
Foto: Daniele D'Amato

Caro Alberto,

è trascorso più di un lustro da quando Eugenio è passato a miglior vita e ancora i ricordi sgambettano e saltellano dentro i cuori dei suoi innamorati. La malinconia non rende giustizia, la nostalgia non appaga, quel che stupisce è la freschezza sempreverde dell’essenziale, è la sete mai appagata del vero, del bello e del giusto che la sua amicizia ci ha lasciato.

Mi è stato chiesto di partecipare scrivendo ancora di «pensieri e parole», sostenendo in qualche modo l’intento meritorio e commovente di chi opera per il rilancio del sito Tutto Casarano. Mi son chiesto: “che c’azzecco io con loro”, ma non mi son risposto…

Ho atteso un attimo, ho aspettato di veder come butta, ho voluto leggere i pensieri di chi scrive con più ragion veduta di me e annusarne con calma il profumo che ne rimane.

Se son qui a scriverti e a ringraziarti, è perché mi sembra, leggendo, di sentire la fragranza di domande semplici e sincere come il mare salentino, la freschezza dinamica dei tentativi di risposte garbate, ma pure frizzantine, come le brezze che ristorano le vostre giornate. Soprattutto ho intravisto la curiosità, i desideri, l’empatia… che un lustro non ha cancellato.

Non so quanto andrà avanti questa strana e affascinante storia, né quanto il colpevole di questo mio esternare continuerà a suggerirmi pensieri e parole, ma l’amicizia, quella vera, quella essenziale, rimarrà per sempre.

Auguri Tutto Casarano e… a Dio piacendo, a presto!