Un Sorriso per Natale: musica, solidarietà, impegno sociale. Il resoconto dell’evento targato Radici

0
1803
Un Sorriso per Natale
Un Sorriso per Natale - foto di gruppo

Archiviata la prima edizione di Un Sorriso per Natale, manifestazione di musica e beneficenza ideata e organizzata dall’associazione Radici in collaborazione con la scuola del maestro Tony Frassanito “Dove c’è musica” e il Comune di Casarano.

La solidarietà

Gianni Pino, Claudio Bastianutti, Claudio Carbone
Gianni Pino, Claudio Bastianutti, Claudio Carbone

La serata, condotta dagli spumeggianti Gianni Pino e Claudio Carbone, è riuscita a scaldare i cuori dei presenti, nonostante le basse temperature, tanto per la qualità altissima delle esibizioni canore quanto per lo scopo dell’iniziativa: trascorrere una serata all’insegna della buona musica, in un clima tipicamente natalizio, per raccogliere fondi da destinare in beneficenza.
E, in effetti, l’intero ricavato della serata è stato consegnato, nei giorni scorsi, nelle mani di Claudio Bastianutti, presidente della Fondazione Daniela e Paola.

La musica

A garantire spessore artistico alla manifestazione è stata la presenza del maestro Tony Frassanito, vocal coach di fama nazionale e responsabile della scuola di musica “Dove c’è musica”, vera e propria fucina di talenti.
Ad esibirsi, in uno spettacolo a tema natalizio, sono stati Giuseppe Toma, Elisa Cirfeda, Alice Pezzuto, Gian Marco Alfieri, Matteo Fasano, Francesco Grasso, Lavinia Greco, Giada Miccoli, Chiara Montagna, Ines Rizzo, Pamela Primiceri, Anna Lucia Spinosa, Pierpaolo Marzo, Kassandra De Giuseppe, Simona Verardo ed Erjona Quellimi.
Alcuni di loro sono stati accompagnati al piano dalla maestra Francesca De Marco, sempre disponibile e generosa nei confronti di iniziative di questo genere.
Come evidenziato da Tony Frassanito, i giovani artisti che hanno aderito all’iniziativa sono stati “magici”, avendo “riempito il meraviglioso palco con le loro splendide voci e con la loro grande anima”.
Tra i “giovani” cantanti saliti sul palco allestito in piazza Indipendenza anche l’acclamatissimo Bimbo Bimbo, uno dei personaggi nati dall’estro creativo di Gianni Pino, che ha strappato numerose risate al pubblico presente.
Ad allietare i presenti anche un balletto realizzato dai bambini della IV B del comprensivo Polo 3, plesso di San Domenico, con coreografie curate da Francesca Tridici della scuola di danza Le Stelle Danzanti.

Il sociale

Non solo musica, però. Nel corso della serata, c’è stato modo di riflettere sull’impegno sociale. Non a caso, sono stati premiati coloro i quali si sono distinti, soprattutto nell’ultimo anno e nonostante la pandemia, in iniziative di carattere sociale, con spirito di servizio e umiltà e senza alcun clamore. Ad essere premiati sono stati Marcello Ferrari, Donato De Matteis, Francesco Legittimo, i ragazzi di Street Mentality e quelli dell’ASD Casaranese.

I commenti

Sono stati consegnati anche due premi alla memoria, dedicati rispettivamente a Dolores Scarpino e Antonio Schiavano.
Grazie di cuore all’associazione Radici – ha commentato Donato De Matteis – questo riconoscimento lo condivido con tutti, perché è grazie a tutti voi se tante iniziative si possono fare. Grazie per la fiducia, per la stima che mi dimostrate. Sono sempre stato del parare che con piccoli gesti si può dare e fare tanto. Abbiamo un cuore grande. Casarano c’è!”.
“Grazie a tutti voi – dice Francesco Legittimo – e all’associazione Radici, che mette tutto il suo impegno per questa comunità”.
“Mi avete fatto emozionare”
è il commento breve, ma commosso di Marcello Ferrari.
Il freddo pungente della serata non ha agevolato la partecipazione del pubblico, comunque numeroso, ma non come in analoghi eventi organizzati dall’associazione Radici.
“Lo sapete, mi conoscete ormai da tanti anni, non sono uno da frasi di circostanza e non lo farò nemmeno stasera perché altrimenti non sarei me stesso. Sono un po’ deluso – scrive a caldo Gianni Pino sui social subito dopo la serata – perché non siete stati così numerosi come in altre occasioni, ma credetemi, non lo sono per me, ma per i ragazzi che malgrado il freddo, sono rimasti lì inchiodati, dando vita a delle grandi esibizioni che meritavano ben altro contesto. Era una serata solidale, per delle nobili cause, una serata emozionante per gli amici che abbiamo premiato e per il ricordo di altri che purtroppo ci hanno lasciato. Un grazie di cuore ai presenti, ma davvero un grazie immenso per la sensibilità e la pazienta che avete dimostrato. Vi voglio bene”.
Tra i tanti commenti positivi postati sui social dai genitori dei cantanti che hanno “donato” la loro voce per la serata, riportiamo quello di una madre che ci pare riassuma tutti gli altri, cogliendo pienamente il senso dell’iniziativa:
“Stasera a parte il freddo, ho vissuto il Natale. Uno spirito che dopo questi anni di assenza, finalmente ci siamo goduti i nostri ragazzi, i nostri talenti. Non posso che ringraziare Gianni Pino, Claudio Carbone e tutta l’organizzazione, che ci fanno vivere queste serate di spensieratezza e divertimento, l’amministrazione comunale di Casarano, il service per l’audio e le luci, la location da sogno. Ringrazio di cuore la nostra cara pianista Francesca De Marco per la sua bravura e pazienza. Un ringraziamento particolare va al maestro vocal coach Tony Frassanito, lui che guida i nostri ragazzi, li fa crescere non solo musicalmente, ma anche nella vita”.

Un grazie particolare e Gigi Garofalo per lo splendido servizio fotografico, del quale presentiamo una piccola selezione.

Articolo precedenteLost Roots: mostra fotografica e tanto altro
Articolo successivoThe King Was Born: il bellissimo singolo di Lucy
Scrive per la Gazzetta del Mezzogiorno da circa vent’anni, occupandosi di cultura, politica, economia, costume, sport, etc. Diverse le collaborazioni con testate cartacee e telematiche a livello locale e nazionale. All’attività giornalistica affianca la ricerca. Al centro dei suoi interessi culturali vi sono la filosofia e l’antropologia. Tra le sue più recenti pubblicazioni, il volume monografico L’enigma delle fiabe sulla interpretazione delle fiabe e diversi articoli e contributi apparsi su riviste ed enciclopedie di prestigio, come la rivista filosofica internazionale Quaestiones Disputatae dell’Universidad Santo Tomás, una delle più antiche delle Americhe, fondata in Colombia nel 1580, e l'Enciclopedia di Bioetica e Scienza Giuridica.